Jump to content
Sign in to follow this  
dolphin

Cottura della pasta senza gas (poco gas)

Recommended Posts

Per chi ci crede e per chi è scettico :yes:

Per 200 gr. di pasta occorrono 800 gr. di acqua e 2 cucchiaini di sale fino. 

Portare ad ebollizione l'acqua coprendo la pentola con il coperchio, buttare la pasta, riportare il bollore e mantenerlo per un minuto, spegnere il gas lasciando la pentola coperta ed attendere secondo il tempo di cottura (ma vince su tutto la prova assaggio). 

Mescolare nel frattempo un paio di volte, scolare e condire. 

Con il Bimby il procedimento è esattamente lo stesso. 

Uso questo metodo per la pasta al sugo, al pesto, in bianco, pastina in brodo e riso. 

La pasta non si attacca alla pentola, non si attacca tra sé, mantiene una cottura perfetta ed il risparmio in termini di gas (o di corrente) non è indifferente. 

Buon esperimento! :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

posso aggiungere la spiegazione scientifica?

La cottura della pasta è governata principalmente da tre fattori: la velocità di penetrazione dell’acqua all’interno dell’impasto, la gelatinizzazione dell’amido e la denaturazione e conseguente coagulazione del glutine. Tutti questi fenomeni dipendono dalla temperatura.

L’acqua penetra nella pasta anche a basse temperature, persino in acqua fredda, ma più la temperatura aumenta e più velocemente entra nell’impasto. La gelatinizzazione dell’amido è quel fenomeno in cui i granuli di amido assorbono acqua e formano un gel. L’amido di frumento gelatinizza tra i 60 °C e i 70 °C. Il glutine denatura e coagula tra i 70 °C e gli 80 °C. Notate che sono tutte temperature molto al di sotto delle temperature di ebollizione comuni nelle nostre cucine. Questo significa che è possibile cuocere la pasta anche tenendo l’acqua a 80 °C, mettendoci forse solo un pochino di più perché l’acqua idrata l’impasto un po’ più lentamente.

Diceva uno scienziato nel 1799: tutto il combustibile che viene utilizzato nel farla bollire vigorosamente è sprecato, senza aggiungere un singolo grado al calore dell’acqua, né velocizzare o accorciare il processo della cottura di un solo secondo. Poiché è dal calore, dalla sua intensità e della sua durata che il cibo viene cotto, e non dall’ebollizione dell’acqua che non ha alcun ruolo in quell’operazione.” e oltre 100 gradi la temperatura dell'acqua non sale. 

Grazie Dol del post; aggiungo che funziona anche per la pasta senza glutine e per il riso. Io lo uso per le uova sode, non per risparmiare ma per averle sempre perfette: bisogna metterle a freddo in un pentolino con l'acqua che le ricopra di tre centimetri (quindi meglio stretto e alto); non importa il numero delle uova: basta che siano coperte di acqua di 3 cm; portare a bollore col coperchio e poi spegnere il fuoco mantenendo il coperchio sul pentolino. Dopo 10 minuti si scolano e si raffreddano sotto acqua corrente o bacinella di acqua fredda. Cotte a puntino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno, l'ho provato anche io questo metodo di cottura della pasta...non lo consiglio però per la pasta ripiena l'ho provato la scorsa settimana ma dopo aver spento e aspettato un ben tot ho riacceso il gas perché non cuiceva bene.

Questo riferito a pasta ripiena comperata...penso sia diverso il discorso di quella fatta in casa perché ha un'altra consistenza 😉

Buona giornata 👋👋😘

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo dipenda dal fatto che la pasta ripiena ha un volume e densita' piu' gande della pasta da sola, quindi il ripieno, magari freddo di frigo, abbassa la temperatura dell'acqua piu' di quanto non faccia la pasta da sola. In questo modo scende sotto i famosi 80 gradi. Qui c'e' un diagramma che  mostra l'andamento della temperatura..con pasta normale che anche dopo 20 minuti e' sopra ai fatidici 80

 

 

cotturapasta1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Yogurt dice:

Credo dipenda dal fatto che la pasta ripiena ha un volume e densita' piu' gande della pasta da sola, quindi il ripieno, magari freddo di frigo, abbassa la temperatura dell'acqua piu' di quanto non faccia la pasta da sola. In questo modo scende sotto i famosi 80 gradi. Qui c'e' un diagramma che  mostra l'andamento della temperatura..con pasta normale che anche dopo 20 minuti e' sopra ai fatidici 80

 

 

cotturapasta1

Si penso che sia anche per lo spessore della pasta nelle congiunzioni anche doppia per quello che dicevo che penso che cambi per la ripiena home made perché di solito é piú sottile😉

Edited by gnamgnam

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 hours ago, dolphin said:

Incredibile che anche le uova cuociano così! :yes:

Guarda, prova.... e' anche cosi' comodo... senti bollire, spegni senza sollevare il coperchio e metti il timer a 10 minuti... poi tuffo in acqua fredda e le sgusci senza fatica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le uova lo facevo a mia insaputa: ce le lasciavo a occhio:certocerto: infatti il risultato era a sorpresa:laugh: per la pasta non ho mai provato, devo provare 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×